sabato 24 dicembre 2016

Proverbi rivisitati... e dove diavolo sono finite le capre?


venerdì 23 dicembre 2016

Formigoni. Dolci evasioni dalle responsabilità e Libertà senza Comunione.


Salerno-Reggio Calbria. No, non è il T9!

Per chi ama l'umorismo e l'enigmistica ;-)

giovedì 22 dicembre 2016

domenica 27 novembre 2016

Gufi, rosiconi e Costituzione

Un mio piccolo contributo per illustrare la nostra Costituzione. Mi sono occupato dell'articolo 18. Un grazie a Luisa Marchini che si è sobbarcata un lavoro mastodontico per raccogliere a coorte schiere di disegnatori di ogni sorte e risma.
Potete scaricare gratuitamente l'ebook a questo indirizzo:
Gufi, rosiconi e Costituzione

Fidel Castro (1926-2016)


mercoledì 12 ottobre 2016

Coincidenze satiriche.

Premetto: non credo nel plagio. Anzi. So, per esperienza, che l'idea che è venuta a me potrei averla rubata involontariamente a qualcun altro, perché il guizzo satirico si pasce dello stesso materiale. Chi fa satira lo sa. A me fa solo piacere che chi fa satira di professione abbia un po' pensato come me che sono, come sapete, un badilante della satira.
Onore a Bucchi!

Vignetta di Bucchi del 12/10/2016

Mia vignetta ( fotomontaggio) dell' 8 settembre 2016



giovedì 25 agosto 2016

I danni dell'analfabetismo funzionale durante il terremoto.

Avrei preferito tacere perché di fronte a simili tragedie c'è poco da dire, ma ho letto commenti su quanto è accaduto che vanno al di là del bene e del male.
Il terremoto è una catastrofe immane e le immagini che stiamo vedendo lo provano, ma la tronfia ignoranza, e ne abbiamo esperienza, può far danni già da oggi e, specialmente, nel prossimo futuro.
arz62



mercoledì 10 agosto 2016

Incomincia la brillante ritirata strategica di Renzi...

"Anche io ho sbagliato a dare dei messaggi: questo referendum non è il mio referendum, perché questa riforma ha un padre che si chiama Giorgio Napolitano. Ho fatto un errore a personalizzare troppo, bisogna dire agli italiani che non è la riforma di una persona, ma la riforma che serve all'Italia". 
Dopo aver insistito sull' "Aut referendum aut ego", ora incomincia la lenta ritirata di Renzi. Un po' pusillanime è la chiamata in correo di Napolitano, ma non c'è limite al peggio.
Qui trovate il commento sul mio sito "Graffi di gesso" ( di giugno) su quello che sarebbe accaduto...Chiamatemi indovino! -----------------> Fasi

martedì 9 agosto 2016

Le atlete del tiro con l'arco dimostrano il consueto sangue freddo: si concentrano e colpiscono il bersaglio grosso.

Un giornalista è un giornalista.
Chi si occupa di satira, come il sottoscritto, può godere di libertà ( fino a quando?) che un professionista della carta stampata non si può permettere.
Onore all'editore che non minimizza la questione.
La notizia è qui: Cicciottelle


venerdì 5 agosto 2016

lunedì 1 agosto 2016

Gino Paoli , il cielo e l'organo che vibra.

La notizia è qui: Corriere
La battuta non è di prima mano: è una variazione sul tema.


Ora tutti i contribuenti sentono un organo che vibra loro su... ;-)

domenica 24 luglio 2016

venerdì 24 giugno 2016

Brexit: Triplex Crux desperationis.

Un po' di sana filologia :

"Di fronte a lacune testuali ampie altro non si può fare se non confrontare il testo lacunoso con un altro codice coevo che riporti lo stesso testo. Tale soluzione ovviamente risulta facile qualora la tradizione ci abbia conservato più copie di un testo; quando il codice è unico la lacuna non può essere sanata: in tal caso il filologo la segnalerà con la famosa “croce della disperazione” ".


Milano-Brexit: andare contromano a fari spenti nella notte sulla A4 per vedere se...

Si accenna alla giornata borsistica odierna. Post volutamente criptico.


sabato 21 maggio 2016

L' ENEL ti dà una scossa!

Chi pensa che sia il solito esagerato rilegga qui il suo discorso ( o, se ha fegato, meglio che si veda il novello ragioniere del terrore in azione in qualche filmato che troverete facilmente in Rete). 
Io riporto solo le parole, sottolineando solo quelle che mi sembrano indicative del rapido mutamento di linguaggio di chi sta nella stanza dei bottoni):

Per cambiare un’organizzazione ci vuole un gruppo sufficiente di persone convinte di questo cambiamento, non è necessario sia la maggioranza, basta un manipolo di cambiatori. Poi vanno individuati i gangli di controllo dell’organizzazione che si vuole cambiare e bisogna distruggere fisicamente questi centri di potere. Per farlo, ci vogliono i cambiatori che vanno infilati lì dentro, dando ad essi una visibilità sproporzionata rispetto al loro status aziendale, creando quindi malessere all’interno dell’organizzazione dei gangli che si vuole distruggere. Appena questo malessere diventa sufficientemente manifesto, si colpiscono le persone opposte al cambiamento, e la cosa va fatta nella maniera più plateale e manifesta possibile, sicché da ispirare paura o esempi positivi nel resto dell’organizzazione. Questa cosa va fatta in fretta, con decisione e senza nessuna requie, e dopo pochi mesi l’organizzazione capisce perché alla gente non piace soffrire. Quando capiscono che la strada è un’altra, tutto sommato si convincono miracolosamente e vanno tutti lì. È facile”.
arz

venerdì 20 maggio 2016

Marco Pannella ( 1930-2016)


Leggetela come volete...è volutamente ambigua.
Al di là della vignetta, Marco Pannella va ricordato bene bene bene per le sue battaglie civili, meno per il  narcisismo e per il vittimismo di maniera  insiti nel personaggio. 
Difficile, comunque la si pensi, rimanere indifferenti di fronte a lui. 

giovedì 5 maggio 2016

Tra i Ricchi e i poveri ci sta di mezzo un "e" ( "e" sta per euro).



Il Baffo dei Ricchi e Poveri abbandona il gruppo ( per motivi di famiglia), ma la forbice tra i ricchi e poveri in Italia si allarga sempre più. Sono prosaico? Non faccio ridere? E chi ha detto che la Satira debba far ridere?

PROPONI SU OK NOTIZIE

OkNotizie

Follow by Email